lunedì 24 aprile 2017

Danubio dolce al cioccolato

Se avete già' in mente la scampagnata o il pic nic del 25 Aprile, io vi lascio un'idea per il dolce.
Di sicuro, chi in casa ha bambini come me, in questo periodo non mancheranno gli avanzi delle uova di cioccolata che per questa ricetta sono perfetti, ma se volete potete sostituire il cioccolato con la marmellata di gusto a piacere vostro.
Il risultato in entrambi i casi e' un lievitato dolce dall'aspetto più' che simpatico, facile da trasportare (e io ne devo tenere conto con la guida sportiva di mio marito) e bellissimo da presentare. 
Ognuno potra' staccare la sua pallina e gustarla in mezzo al prato, al bosco, in spiaggia, mentre gioca, parla o prende il sole...
Non so voi, ma io mi vedo già' li', con l'odore di grigliata nel naso, ad apparecchiare con piattini e tovaglioli di carta, mentre il mio Danubio mi guarda dal cestino di vimini e qualche furbetta manina cerca di staccarne un pezzetto!!!

Vi auguro una buona festa e noi ci vediamo tra qualche giorno, spero pochi!


Share:

lunedì 10 aprile 2017

Mini colombe di Pasqua (facili facili)

Mi sono ricordata di avere un blog!
E' uno luogo dove dentro c'e' tanto di me e che negli ultimi tempi ho trascurato non poco, come del resto ho trascurato me stessa e le cose che mi stanno fare bene.
Oggi e' arrivato il momento di fermarsi un attimo, accantonare le cose (anche se urgenti) da fare e scrivere due righe qui.
Agli appuntamenti e ricorrenze importanti non posso mancare e anche se la lista delle ricette da pubblicare si allunga sempre di più', io accantono le idee, le metto da parte e cerco di fare quello che posso, com'e' che facciamo sempre? Una cosa alla volta?
Ecco, io intanto vi propongo un'alternativa alla classica Colomba di Pasqua; queste sono monoporzione e molto facili da realizzare, piccole e delicate che fanno quasi tenerezza..



Share:

mercoledì 8 marzo 2017

Panina di Pasqua con pancetta e noci per Taste&More n. 25

E' uscito il nuovo Taste&More Magazine, e' il n. 25 e il secondo del 2017.
E' un magazine sfogliabile on line, fatto di donne e dalle donne, ognuna con la sua particolare specialità', ma tutte accumulate dalla stessa passione per la cucina e la fotografia. 



In questo numero si parla ovviamente di primavera, quella stagione un po' pazzerella che fa capolino dalla finestra della nostra cucina. Dalla mia vedo sole e un prato verde, alberi di olivo che muovono le fronde mosse dal vento e colline che dal marrone invernale stanno tornando ad un bel verde scuro. Vedo le prime margherite che spuntano timide e i tipici fiorellino viola tipici delle nostre campagne. I vasi vuoti sul terrazzo sembrano chiedermi nuovi colorati fiori e stamani ho comprato un nuovo pacco di terriccio per prepararmi a travasare le piantine aromatiche. Sono le prime mosse che mi preparano all'arrivo di questa stagione e ovviamente non posso non pensare anche a tutte le primizie che porta con se.... Forse tra stasera e domani cuocero' l'ultimo cavolfiore per poi riempire il frigo di asparagi, piselli, fagiolini e carciofi.
Ecco tra le altre cose, sul nuovo Taste, troverete un bellissimo articolo proprio su di loro: i carciofi, dalle proprietà' ai svariati usi in cucina, con tante foto e ricette. C'e' poi una parte dedicata ai lievitati pasquali, della quale anche io faccio parte, ci sono le torte dei ricordi, con dosi e ingradienti originali che arrivano dritte dai ricettari di famiglia, ci sono le lenticchie, i tortini ripieni e nuovi piatti con la pasta lunga, quella che a tutto il mondo piace arrotolare intorno alla forchetta....

Godetevelo tutto....




Share:

giovedì 2 marzo 2017

Torta all'arancia con ricotta

Ce li avete 15 minuti? 
Forse se li avete, non penserete di certo a spenderli in cucina, ma adesso cercherò' di farvi cambiare idea. Questo dolce e' l'emblema dei dolci da colazione e da merenda, e' un tuffo nel passato nella cucina della mamma, quando le chiare si montavano a mano. Il sapore e la consistenza ricordano proprio quei bei tempi di bimbette con le codine o le trecce, quando a noi toccava la parte di grattugiare la scorza delle arance. 
Tutto questo e' facilissimo da ricreare, se vorrete e proprio per dare la possibilità' a tutti di potere rivivere al primo morso un pezzo di infanzia, ho cercato di ridurre al minimo il tempo di preparazione, perché' lo so che avete sempre fretta! Niente divisione di tuorli dagli albumi quindi, poche ciotole da sporcare e ingredienti reperibili in tutti i frigo e le dispense di casa, fatta eccezione forse per la fecola di patate, ma se non l'avete sostituitela tranquillamente con la farina, se non avete la ricotta, aggiungete un vasetto di  yogurt e se non avete lo yogurt mettete 100 ml di latte.
Spero che abbiate voglia di spendere 15 minuti così' perché' il prossimo quarto d'ora di pausa che avrete potrà' essere diviso con un caffè' e un pezzo di torta.... merita no?


Share:

domenica 26 febbraio 2017

Tagliatelle dolci multicolor al profumo d'arancia

Secondo e ultimo (purtroppo) capitolo della saga dei fritti di Carnevale 2017... Sono state solo due le puntate perché' una bruttissima influenza questa volta ha fritto me e mi ha costretta a letto per diversi giorni. Non potevo pero' lasciarvi a bocca asciutta per questo ultimo di Carnevale imminente! 
Mi ero promessa di pubblicare tante belle ricettine, ma come purtroppo succede da qualche mese a questa parte, i progetti cambiano quotidianamente e ad un ritmo così' frenetico da non riuscire proprio a riordinarli. Questa ad esempio, frullava in testa da qualche tempo ed era talmente carina, colorata e allegra che ho cercato di raccogliere tutte le forze per poterla realizzare. 
Avevo a casa le "polveri magiche" della linea Gusto&Colore di Molini Spigadoro, concentrati in polvere finissima di frutta e verdura, ad esempio ravanello e ciliegia per il colore PINK, zucca per il colore YELLOW, alga spirulina e cartamo per il colore GREEN e barbabietola rossa per il colore RED. Naturali ma con proprietà' coloranti, le polveri Gusto&Colore, si mescolano molto facilmente alla farina utilizzata per una realizzazione facile e semplice, ma di grande effetto. 


Share:

lunedì 13 febbraio 2017

Stracci di Carnevale

In arrivo direttamente dal ricettario della nonna, quello con le pagine staccate, unte, rotte e strappate...
Un ricettario che ne ha viste davvero delle belle e che la sa sicuramente lunga del come e perché' stare in cucina. Chi mi legge lo sa, che queste sono in assoluto le mie ricette preferite, quelle che più' mi piace fare, che sento veramente mie e che non cambierei nemmeno per il più' raffinato dei piatti.
Una volta fatti, ho portato gli Stracci di Carnevale alla nonna, che ha sentenziato l' OK e dato il via alla degustazione, con un buon bicchiere di Vin Santo ovviamente...

Se vorrete affidarvi a questa ricetta per la preparazione dei fritti di Carnevale, sappiate che la semplicità' e' la sua base e gli ingredienti di qualità' le sue fondamenta: si parla di uova fresche e farina macinata a pietra, di una lavorazione lenta e senza tecniche particolari. 
Vi basteranno una ciotola, un mestolo di legno e una bella spianatoia.

Questo tipo di dolce biscotto e' senza burro e senza latticini, quindi perfetto per gli intolleranti, al contrario delle sorelle Chiacchiere, sottili e croccanti, lo Straccio e' con il  lievito, quindi il risultato sarà' gonfio e soffice, perfetto per essere farcito con creme e marmellate...



Share:

venerdì 10 febbraio 2017

Crostatine con farina di riso rosso e cioccolato al peperoncino

Questa ricetta si mette in fila alle ricette delle ricorrenze, a quelle delle occasioni speciali e delle feste. Creata, (inutile negarlo) per San Valentino, ma adattabile a qualsiasi idea di fine pasto. In un'occasione come questa, i cuori sono inevitabili, ma il cuore potrebbe diventare stella, o fiore, o lettera; il peperoncino potrebbe diventare cannella, o arancia, o caffè'...
La frolla e' stata fatta con una particolare miscela di farine messa a punto da Molini Spigadoro che vede protagonista quella di riso rosso integrale, associata alla tipo 1e al germe di grano e quella preferirei non farla diventare un' altra cosa, perché' dona alla preparazione un bellissimo colore in perfetto contrasto con il cioccolato e si differenzia dalle altre farine per il suo sapore delicato e leggero, ma come sempre l'ultima parola tocca a voi che fedeli leggete, apprendete e (spero) invogliati, vi metterete in cucina a provare....


Share:

mercoledì 1 febbraio 2017

Mini tortine con cavolfiore e farina di canapa

Ecco cosa succede quando sono più' di 5 giorni che non vai a fare la spesa e il tuo frigo ha già' tirato fuori la bandierina bianca. Dalla fruttiera fa eco un kiwi, dalla dispensa l'ultima pacco di pasta giace triste e forse rassegnato, ma anche se domani hai il giorno libero dal lavoro e il supermercato sembrava' il tuo parco giochi, stasera, sopra la tavola dovrai mettere qualcosa....qualcosa che assomigli ad una pietanza commestibile!
Io, oggi ho sfidato le leggi del frigo vuoto e ho riscoperto che bastano davvero pochi ingredienti per creare un piatto semplice e buono: mi e' venuta in aiuto la farina di canapa che con il suo aroma ha davvero fatto la differenza e qualche pinolo ha decorato e completato la ricetta. 
Adesso non mi rimane che prendere quel pacco di spaghetti e fare aglio, olio e peperoncino....



Share:

martedì 10 gennaio 2017

Focaccia di Recco per Taste&More n. 24

Partire alle prese con un nuovo anno non e' sempre facile, anche per quelli che dicono che non e' cambiato niente.... Innanzi tutto saremo un anno più' vecchi e non mi sembra cosa da poco, inoltre qualche pensiero, progetto, ambizione o speranza che sia, in ballo, viene tirata sempre ed e' inutile di dire di no. Programmi per il futuro non se ne fanno, ma qualunque persona di buon senso, a quel futuro ci pensa... e spesso, perché' vivere o vincere facile piace a tutti, ma nella vita reale, quella dove tutti i giorni devi far fronte a problematiche da risolvere, la miglior cosa e' rimboccarsi le maniche e cercare di andare avanti. Come? Con una filosofia che Taste and More Magazine ha imparato e messo in pratica negli anni. 



Share:

martedì 3 gennaio 2017

Ricciarelli di Siena

Antichissimi dolcetti a base di mandorle, si pensa addirittura che la loro origine sia araba, che siano stati portati qui in Toscana da un personaggio senese di ritorno dalle Crociate e che la loro forma ricordi le babbucce dei sultani. Ora, se sia una caso non lo so, ma hanno infatti un non so che di mistico, forse dato dal fatto che la ricetta e' così semplice tanto vecchia e quando hai a che fare con ricette vecchie, la riuscita non e' mai data per scontata. 
Ricetta replicata dai più' grandi gastronomi, cuochi, pasticceri italiani, se ne trovano in giro a bizzeffe, ma io a quale avrei potuto affidarmi se non alla sua? A quale, se non a quella scritta con biro blu nel vecchio quaderno delle ricette, un po' unto e sporco dalle sue dite impasticciate?

Nonna, oggi cuciniamo insieme ed e' sempre come se fosse la prima volta....


Share:
© Cucina Scacciapensieri | All rights reserved.
Blog Design Handcrafted by pipdig