lunedì 4 aprile 2016

Crostata alle fragole e ricotta con tutorial per ottenere un intreccio perfetto!

Eccomi! 
Sono settimane che cerco di pubblicare questo post: e' stato impegnativo per la quantità di foto da sistemare e per il poco tempo a disposizione negli ultimi giorni, ma adesso e' davvero arrivato il momento! Dopo la Crostata con grano saraceno e pesche settembrine, in tanti mi avete chiesto come ottenere quel tipo di intreccio ed io con circa 7 mesi di ritardo vi riporto di seguito la spiegazione,  con foto passo passo, direi che con i tempi ci possiamo stare no?
Come al solito, ho fatto del mio meglio per facilitarvi le cose, che poi, diciamolo, non e' che questa crostata sia impresa impossibile, basterà' un po' di precisione e di organizzazione e la solita buona volontà' che accompagna qualsiasi ricetta fatta con amore. Perciò', visto e considerato che sono già' un paio d'ore che me ne sto' davanti al pc, la finisco con le chiacchiere e passo ai fatti.... e per qualsiasi domanda o dubbio, scrivetemi nei commenti, che tanto io sempre qui sono...





Ingredienti per uno stampo da 20 cm

Per la frolla
350 gr di farina
150 gr di zucchero
160 gr di burro freddo
1 uovo
1 tuorlo
mezza bacca di vaniglia
1 pz di sale

per il ripieno
400 gr di fragole
150 gr di zucchero
succo di mezzo limone
200 gr di ricotta
20 gr di mandorle in scaglie

Se andate di fretta e volete saltare il passaggio della composta di frutta, basterà' utilizzare una marmellata di fragole (o di qualsiasi altro frutto) meglio se fatta in casa. Se volete potete trovare la ricetta della Confettura di Fragole proprio qui.

Preparate la frolla: in un cutter da cucina piuttosto capiente, o nella ciotola dell'impastatrice riunite la farina, lo zucchero, il sale e  la polpa della bacca di vaniglia. Sbattete leggermente l' uovo e il tuorlo con una forchetta. Aggiungete alla farina, il burro a pezzetti e le uova e lavorate con la foglia oppure frullate fino quando il composto non diventa omogeneo. Trasferitelo su un piano di lavoro, formate una palla, avvolgetela nella pellicola e lasciate riposare in frigo per almeno 40 minuti.

Preparate la composta di fragole: lavate le fragole, togliete le foglie e tagliatele in quattro parti. Mettete le fragole in un pentolino con il succo di limone e fate cuocere coperte per circa 10 minuti, fino a quando non saranno cotte e morbide. Aggiungete lo zucchero e proseguite la cottura per altri 15 minuti, questa volte scoperte. 
Trasferite in una ciotola e fate raffreddare.

Stendete la frolla su un piano di lavoro infarinato all'altezza di circa mezzo cm e rivestite una teglia da forno da 20 cm di diametro, facendo aderire la pasta ai bordi. Radunate la pasta frolla rimasta e fate riposare ancora in frigo fino al momento dell'utilizzo.


Bucate la pasta con una forchetta. Ricoprite con carta da forno e pesi da forno, oppure legumi secchi e fate cuocere in forno a 180 gradi per 15/20 minuti.


Togliete la base dal forno e fate raffreddare. Farcite con la ricotta, le scaglie di mandorle e la composta di fragole.


Togliete dal frigo la pasta frolla rimasta e stendetela di nuovo sopra il piano leggente infarinato allo stesso spessore di 0,5 cm. Tagliatela in strisce larghe 1 cm e lunghe almeno 30. Io in totale ne ho tagliate 16, utilizzandone 8 orizzontali e 8 verticali, anche se la scelta della quantità' la dovrete decidere stabilendo lo spazio che vorrete lasciare tra una striscia e l'altra. 
Rimettete ancora in frigo i ritagli di pasta che serviranno per la decorazione finale.


Per formare l'intreccio procedete cosi': adagiate una striscia in verticale al centro di un foglio di carta forno e sovrapponete una orizzontale esattamente alla base.


Continuate con due strisce verticali ai lati della prima, sovrapponendole a quella orizzontale.


Piegate la striscia orizzontale all'interno e sistemate due strisce verticali.


Riaprite la striscia orizzontale e sovrapponete altre due strisce in verticale, terminando con una striscia verticale al lato destro sottoposta a quella orizzontale.


A questo punto avrete ottenuto il primo intreccio, inserendo tutte le strisce verticali. Adesso non vi resta che alternarle continuando con quelle orizzontali. Piegate, quindi verso di voi, le strisce pari e sistemate una striscia in orizzontale.


Distendete le strisce pari e piegate quelle dispari. Disponete la terza striscia orizzontale e stendete di nuovo quelle verticali dispari.


Proseguite con quelle pari fino ad arrivare a chiudere l'intreccio. Fate riposare l'intreccio in freezer per circa 10 minuti.


Togliete l'intreccio dal freezer e rovesciatelo sopra la base. Passateci sopra il mattarello per tagliarlo ai bordi.


Stendete di nuovo la pasta frolla rimasta e ricavate dei piccoli fiori con uno stampino.


Inumidite il bordo della crostata con un dito passato nell'acqua e attaccate i fiorellini.



Cuocete di nuovo in forno a 180 gradi per circa 10 minuti fino a leggera colorazione.
Sfornate, lasciate raffreddare e poi servite a fette.



Share:

39 commenti

  1. maddyyyyy...ma tu sei meravigliosa! che poesia questa crostata e che bello l'intreccio, non so se riesco ad essere così perfetta come lo sei stata tu! complimenti!

    RispondiElimina
  2. Davvero meravigliosa questa crostata!!! Mi dispiacerebbe mangiarla tanto è bella...però credo non resisterei perché è davvero una delizia!!! :-)
    A presto,
    Alessia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero e' buonissima, ha convinto anche mio marito che non va molto d'accordo con le fragole!

      Elimina
  3. oh mamma che precisione stupenda.. tutta da ammirare!! io non amo i dolci, ma se devo eleggere il mio preferito è sempre e comunque la crostata e tra tutte la crostata di ricotta e marmellata ai frutti rossi, in particolare ai lamponi.. quindi direi che ci sei andata non solo vicino, ma vicinissima!! bella tu e pure la tua torta! baciotti

    RispondiElimina
  4. Non ce la posso fare ho poca pazienza! È un merletto, bellissima :)

    RispondiElimina
  5. wow Maddy che perfezione.. a me vien sempre tutto sbilenco!! proverò!! :-*

    RispondiElimina
  6. Adoro le geometrie e la perfezione dell'intreccio! Splendido da vedere! Brava Maddy! Sono mesi che non passo in un blog a commentare ma tutta questa precisione meritava proprio! Un bacio!

    RispondiElimina
  7. geniale! bravissima Maddalena, felice serata.

    RispondiElimina
  8. Sei veramente un'artista!!!! Bravissima Maddalena; ed il risultato è eccezionale, una crostata che oltre ad essere sicuramente buonissima è bella da vedere ed ha un tocco di classe.

    RispondiElimina
  9. no ma che bella è??? mi stampo tutto e provo a farla! e che belli i i fiorellini!!! che stampini sono? complimenti e bravissima , come sempre ! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli stampini sono quelli che di norma si usano per il cake design, sono di plastica e ci sono di diverse misure. Ciao Roby!

      Elimina
  10. Troppo bella maddy!appena ho un po di tempo prova a farla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fede, sapevo che avresti apprezzato e scusa se ci ho messo un po' prima di pubblicarla, ma ho dovuto fare tutte le foto passo passo e non è' stato semplice, ma d'altra parte spiegare l'intreccio senza immagine era ancora più impossibile!!! Un bacio

      Elimina
  11. Di questo post, mi piace tutto. Sia dal punto di vista estetico, perchè la griglia è stupenda e i fiorellini sul bordo sono assolutamente deliziosi. Sia dal punto di vista gustativo, perchè oltre che bella ha tutta l'aria di essere anche buonissima.
    Avevo già visto la tecnica per la griglia ma l'avevo vista fare direttamente sulla crostata. fatta sulla carta forno mi sembra davvero molto più furbo. Bella idea

    RispondiElimina
  12. Darei l'anima per riuscire con tanta perfezione, ma...so già in partenza che non mi si confà ;-).
    Promesso che un giorno che decido che posso dedicarmici lo faccio e torno qui.
    Un bacio Maddy :*

    RispondiElimina
  13. Che meraviglia di crostata !! Grazie per questo tutorial accuratissimo , brava!!!

    RispondiElimina
  14. fantastico!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  15. É favolosa e la spiegazione/tutorial molto chiara! Brava brava brava !! Penso proprio che il mio prossimo dolce sarà la tua crostata di fragole !!! ��
    Pippi

    RispondiElimina
  16. uno spettacolo Maddalena... che meraviglia, sia il ripieno che la decorazione...

    RispondiElimina
  17. Meravigliosa oltre che golosa!! e che spiegazione dettagliata su come fare l'itreccio... grazie!! smack

    RispondiElimina
  18. Oggi ti ho chiesto su Instagram di fare il tutorial di quei biscottini a quadretti perchè so quanto sei brava e anche questo post è una conferma! Mi vergogno un po' a dire che non so fare tanto bene gli intrecci e le crostate così perfette, ma a vedere le tue foto acquisisco più coraggio e imparo! :-)
    Hai fatto bene a "vestire" la frolla di fiori, la primavera ringrazia insieme a me, ehehe!

    RispondiElimina
  19. This cake looks delicious, Maddalena! Thanks for the step-by-step photos (I never make the lattice this way but it's obviously better than mine!)
    Very nice pics, too ;-)

    RispondiElimina
  20. E' uno spettacolo! grazie tanto dei messaggi Maddy appena avrò occasione proverò sicuramente...
    adoro l'abbinamento ricotta fragole e mandorle. lo faccio spesso anch'io!
    buona giornata

    RispondiElimina
  21. Io davvero non ho parole! Oltre ad essere sicuramente buonissima questa torta é esteticamente perfetta... Complimenti, hai sfornato una vera opera d'arte! :)

    RispondiElimina
  22. perfezione assoluta!!! sono incantata... brava brava

    RispondiElimina
  23. A parte che la torta e il ripieno sono già spettacolari così... Quell'intreccio mi fa impazzire! Ora che ci hai svelato ogni segreto lo proveremo...!
    Bravissima Maddy!

    RispondiElimina
  24. Che dirti? Che è un capolavoro! Sono senza parole.....
    Un bacione stella e complimenti, mi hai lasciata a a bocca aperta!

    RispondiElimina
  25. Non dirti che questa crostata è uno splendore è impossibile, sei di una bravura pazzesca! E sai una cosa? L’ho vista in un paio di blog, con ricetta e spiegazione, ma la TUA spiegazione è impeccabile! Sei stata bravissima nell’illustrare il procedimento, quindi grazie! Nel caso trovi il coraggio di prepararla :-) , ti pongo 2 domande, Maddalena: io ho 2 stampi per crostate: stampo in vetro di diametro 30 cm e stampo furbo di 28 cm di diametro, sai quale sarebbe adatto per questa ricetta? Sai di quanto dovrei aumentare le dosi da te indicate? Grazie 1000, ciao Saretta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara, le tue parole sono una boccata d'aria fresca, una limonata dissetante in un calda giornata d'estate: grazie mille! Allora, sono felicissima che la ricetta ti sia piaciuta e qualora tu decida di provarla ti consiglio di utilizzare lo stampo da 28 cm, quella da 30 e' davvero molto grande. No so che cosa tu intenda per furbo, pero' la parola già' mi piace. Secondo me una dose e mezzo di pasta frolla e' sufficiente, ma se non vuoi stare ad impazzire con le proporzioni ti dico quello che farei io: farei doppia dose della pasta frolla e con quella che avanza ci farei dei biscotti, mentre farei una dose e mezzo del ripieno (fragole e ricotta), in questo modo sono sicura che non ti troverai con troppi avanzi. Mi raccomando fammi sapere come va e se hai altre domande non ritenerti! buona giornata

      Elimina
    2. Bellissima, proprio come piacerebbe a me, mi diresti il segreto per fare in modo che le striscie non si spezzino?

      Elimina
    3. Quale e' il segreto perche' le striscie non si spezzino quando le alzo dalla tavola di legno? A dimentivavo brava!!!

      Elimina
    4. Allora Ale, se le strisce ti si spezzano, forse le hai fatte troppo sottili, oppure hai lavorato troppo la pasta frolla e riscaldandola si e' rotta. Ricorda che per per fare le strisce, la pasta deve essere fredda, quindi per non sbagliare, stendila e poi prima di tagliare le strisce, rimettila qualche minuto in frigo, vedrai che non ti si romperanno!

      Elimina
  26. Grazie, Maddalena! Io l’ho comprato da poco, e non l’ho ancora usato :-) Per stampo furbo per crostata si intende lo stampo con lo scalino (vai in un qualsiasi motore di ricerca in internet, e cerca la foto: capirai subito :-) ); prepari la crostata e la cuoci con i legumi; tolta dal forno, la capovolgi e versi sopra la crema, che rimarrà dentro quella “scanalatura”, non rimane in superficie-superficie. Però, ripeto, non so se per questa crostata è adatta :-( Ciao, Saretta

    RispondiElimina
  27. Ciao Maddalena, perché sconsigli uno stampo diametro 30? Me l’hanno appena regalato e lo volevo inaugurare :-( Grazie, ciao Simona 


    RispondiElimina
  28. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  29. ciao Maddalena, ho solo due parole: crostata magnifica, anzi 4 :-) Tu bravissima :-) senti, ho 3 domande….. 1 perché sconsigli uno stampo di diametro 30, io ce l’ho, in vetro, e faccio ogni tanto la crostata in questo stampo…… 2 consigli di usare, se non si ha molto tempo, una marmellata di fragole al posto della composta di frutta, quanta ne occorrerebbe di marmellata per uno stampo diametro 30? 3 che differenza c’è nel fare l’intreccio direttamente sulla crostata, come ho visto in altre ricette, ed il metodo che usi tu? Grazieeeeee ciao Enrica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Enrica, grazie per le tue parole...allora ti rispondo subito: non ho nulla contro lo stampo da 30 cm,:))) lo sconsiglio per questa dose di ingredienti, perché' credo la frolla non basterebbe, ma se aumenti le dosi puoi farla nello stampo che vuoi...la quantità' di marmellata da usare diciamo che e' soggettivo, dipende se ti piace abbondante, puoi usare tutto il barattolo, oppure se vuoi puoi fare uno strato sottile, lo puoi decidere tu...per quanto riguarda l'intreccio, io preferisco usare questo metodo, perché' direttamente sulla crostata secondo me e' più' complicato, a volte le strisce si possono rompere oppure impiastricciare di marmellata...con il metodo che ho usato io, il lavoro e' sicuramente più' pulito e facile, anche per chi e' alle prime armi... Spero di averti risposto esaurientemente, in ogni caso mi trovi sempre qui, grazie per tutto e buona notte...

      Elimina
  30. che meraviglia, maddalena, che meraviglia... non ho mai fatto crostate, sai? mi sembra un po' difficilotta per iniziare :-) , ma potrei farla con le solite strisce, e poi, dopo un po' di allenamento, cimentarmi in questo intreccio, che bello che è... non ho stampi per crostate, lo chiederò a mia sorella, penso che abbia lo stampo per crostate con lo scalino (ho letto che te ne parlano in altri commenti, quello che viene definito furbo), va bene questo stampo? grazie, ciao lucia

    RispondiElimina

© Cucina Scacciapensieri | All rights reserved.
Blog Design Handcrafted by pipdig